martedì 6 novembre 2012

Game Over

 
 


Non sempre i sogni diventano realtà: a volte incontrano molti ostacoli... e il cuore da solo non basta...
A volte questi sogni sembrano diventare progetti che possono avverarsi...  poi, invece, riacquistano la loro natura di sogni...
Così si conclude il progetto dell'Accademia.
Lunedì 12 novembre p.v. terrò l'ultimo corso: la scuola è nata con me....
E si concluderà con me.

E' giusto così... è un cerchio che si chiude.
Ringrazio le mie amiche, prima che insegnanti da me scelte per la scuola che, con me, ci avevano creduto e mi avevano dato la loro fiducia...

A breve il sito verrà chiuso e tutto entrerà a far parte dei ricordi...

Game over.

55 commenti:

  1. Mi dispiace tantissimo! Non ne conosco i motivi, ma ti abbraccio forte forte Dona, augurandoti un in bocca al lupo per un prossimo progetto!!Immagino quanto ci tenessi.....
    Valentina

    RispondiElimina
  2. Un abbraccio :)
    Serba solo i ricordi belli, gli altri buttali :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Donatella, sento in quello che dici, una decisione presa con tanta sofferenza e delusione. Ti auguro di cuore di realizzare i sogni futuri, che vogliono e possono essere realizzati.
    Un abbraccio pieno di affetto!

    RispondiElimina
  4. E' vero, spesso i sogni sembrano sul punto di avverarsi e poi non succede, sembra di poter afferrare quella stella tanto inseguita e poi in un attimo ci sfugge..... Ma tu sei bravissima: non smettere di sognare Donatella, il vento cambierà. Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  5. Ciao Donatella, mi dispiace tantissimo. Spero che i tuoi sogni possano volare comunque in alto, non smettere MAI di crederci! Ti abbraccio forte, un grande in bocca al lupo.

    RispondiElimina
  6. Donatella carissima, non conosco la situazione ma leggo tanta sofferenza, prima ancora si percepisce la tua grande professionalità. Io conosco la tua btavura. per questo non sarà che finisce in questo modo il tuo sogno..Ti auguro tanta creatività!!!!
    Mi permetto un abbraccio

    ivi

    RispondiElimina
  7. :-( Sono davvero, sul serio....abbattuta, depressa...ennesima dimostrazione di come non esista "giustizia", meritrocazia....mi spiace Donatella, non meritavi questo!

    RispondiElimina
  8. Tu potrai farcela, se lo vuoi! Ne sono sicura!

    RispondiElimina
  9. Tu mi hai insegnato che bisogna vivere di sogni, tu mi hai sempre detto che quel che conta non è quello che ci manca ma quello che abbiamo e su quello dobbiamo costruire la nostra felicità. Ci saranno altri sogni in cui credere, altre storie da raccontare, altre gioie da vivere, forse anche qualche lacrima da versare... ma non sarai sola. Mai. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E proprio su quel che ancora ho che sto cercando di ricostruire...
      Io lo so che posso contare su di te. Grazie.
      <3<3<3

      Elimina
  10. nooooo non ci posso credere, ti ho conosciuto a Milano tu sicuramente non ti ricorderai di me, io sono una delle tante che ha scoperto questa passione io a 56 anni, ma tu sei unica non sei una delle tante, tu hai sempre trasfuso dalle tue creazioni amore per quello che fai come il tuo grande maestro Eddie Spence mi dispiace tanto che qualcosa non è andata come volevi, ti auguro comunque di continuare a sognare!

    RispondiElimina
  11. Mi dispiace tantissimo .....sei troppo brava!

    RispondiElimina
  12. Sei la prima che mi ha fatto conoscere le meraviglie del cake designer e sei la migliore. In bocca al lupo per il tuo futuro! Non mollare e continua a sognare e a lottare per realizzare i tuoi sogni.
    Un abbraccio forte...Iaia.

    RispondiElimina
  13. Peccato, troppo tardi per poter partecipare ad un tuo corso, troppo tardi per cogliere l'opportunità di conoscerti di persona, ma spero non sia tardi per sostenerti ancora, sostenere la bella persona che traspare da questi meravigliosi post, sostenere i tuoi sogni che hanno diritto di esistere e di essere portati avanti con tutta te stessa nonostante tutto e tutti, sostenere la tua arte che sarebbe un peccato più grande sprecarla! Non ti abbattere, avrai modo di rialzarti più forte di prima, ne sono certa anche se non ti conosco di persona, ma non può essere altrimenti, ne sono certa! Un abbraccio fortissimo, Paola

    RispondiElimina
  14. Nooo,non ci posso credere,quanto mi dispiace!!!!Forse ci sono motivi seri che ti hanno spinto a prendere questa dolorosa decisione,forse la crisi che stiamo vivendo tutti noi,forse tante altre grandi e piccole avversità, forse non era il momento giusto,forse, forse.....ma continua a credere nel tuo sogno,sei bravissima e questo entusiasmo lo trasmetti a tutte noi. Non mollare e vedrai che il tuo sogno prima o poi si avvererà.

    RispondiElimina
  15. Sono davvero dispiaciuta,per la persona e per l'artista.
    Io mi sono iscritta da poco alla news ma ti seguo già da qualche anno,speravo di fare un corso con te prima o poi .Ti auguro col cuore ,di superare questo momento e di tornare alla grande.Ti abbraccio,Adele.

    RispondiElimina
  16. Cara Donatella,
    mi dispiace tanto.Seguo il tuo blog da tanto, ho seguito un tuo workshop a Milano, entusiasta e appassionata come sono dei dolci buoni e ora anche belli grazie alle tecniche che hai contribuito a diffondere, una ricchezza che hai fatto di tutti, condividendola. Spero che tu possa realizzare tutti i tuoi progetti con la consapevolezza e che, nonostante le delisioni la felicità di chi ha la fortuna di avere le tue meravigliose torte, è il riconoscimento più importante per la tua arte.

    RispondiElimina
  17. Donatella.. non ho parole, non so bene le motivazioni ma penso solo sia assurdo che una Maestra come te non possa portare avanti un simile progetto.
    Ti faccio i miei migliori auguri perché tu possa continuare a seguire con serenità la tua strada.. qualunque essa sia.
    Con affetto, Eleonora.

    RispondiElimina
  18. Donatella per noi che ti seguiamo con gli occhi pieni di meraviglia ogni volta che dai origine alle tue magie di perfezione è una notizia tristissima. Ma solo tu puoi scegliere, sappi che per noi sei speciale.

    RispondiElimina
  19. Le tue torte sono una spanna sopra a quelle di tutti gli altri cake designer o presunti tali. Non mi sembra possibile che un artista come te, che dovrebbe essere trattata con i guanti, abbia incontrato difficoltå tali da chiudere una attivitã cosí bella!. Sono amareggiata....hai tutta la mia solidarietã!
    un bacio.

    RispondiElimina
  20. Ciao Donatella, io ti ho conosciuta al corso base di Genova, e lì ho capito che gli insegnanti di cake non sono tutti uguali.
    Mi spiace davvero che non hai potuto realizzare quello che desideravi, si legge tanta amarezza nelle tue parole, ma sono sicura che succederà come dice il proverbio: si chiude una porta e si apre un portone! Questo è il mio augurio per te, che ti si aprano nuove prospettive, e che si avverino tutti i tuoi sogni! grazie ancora per tutto quello che ci hai insegnato, sei una grande!!
    Simonetta

    RispondiElimina
  21. non ho parole .......solo un forte abbraccio a un artista che per me è la migliore, per me è un onore solo commentare qui e che tu legga! spero e attendo di leggere buone nuove!!! dona

    RispondiElimina
  22. ciao Donatella,mi spiace moltissimo per quel che ti sta succedendo ma sono STRASICURA che altri progetti meravigliosi si realizzeranno perchè la tua capacità è talmente grande che non può rimanere in stallo.Sii fiduciosa,come dice mia mamma,"chiusa una porta si apre un portone". una cake designer molto brava che ho conosciuto dice che come in tutti gli ambienti lavorativi,anche in questo mondo "dolce" ci sono veleni ed invidie.Tu hai tali capacità che chissà quante invidiose avrai intorno!!! tira per la tua strada Donatella,vedrai che uscirai più forte da questo periodo nero. un grandissimo abbraccio,Lella

    RispondiElimina
  23. E' la prima volta che entro nel tuo blog e sono rimasta senza fiato nel vedere le meraviglie che escono dalle tue mani e soprattutto dal cuore.
    Mi auguro che tu riprenda l'attività prima possibile perché sarebbe una perdita per tutti non vedere più queste opere d'arte.
    Stefania

    RispondiElimina
  24. Ciao Donatella, non mollare, sei bravissima, sei un'artista, sarebbe un peccato.
    Ciao e tieni duro,
    Laura

    RispondiElimina
  25. Ciao Donatella. E' sempre difficile dover rinunciare ad un sogno, ma in realtà non è detto che tu debba davvero farlo. Non conosco le ragioni della chiusura dell'accademia, posso solo immaginare che avrete incontrato delle difficoltà economiche a gestire locali e compensi degli insegnanti, purtroppo non tutti i cake designer (e tu sei e resterai una delle migliori in assoluto in Italia) possono contare su sponsor che aiutano in tal senso.
    Non abbandonare il tuo progetto, rimandalo solo ad un momento più propizio! Ti abbraccio!!

    RispondiElimina
  26. Ciao Donatella,
    io sono una di quelle che hanno scaricato mille volte le tue preziosissime traduzioni, che viene a visitare il tuo blog continuamente, ho seguito un corso con te al CDIF....e se fossi stata vicina sarei venuta in accademia. Donatella non sai quanto mi dispiace. Hai un gran talento, sei speciale....In bocca al lupo per tutto! Non ti abbattere...sei tutti noi!
    Un abbraccio.
    Vera

    RispondiElimina
  27. Cara Donatella.....
    è un po' che presa da mille impegni ed altrettante delusioni, cercando di fronteggiare le impellenze quotidiane, ti penso.... e non ho avuto un momento di fermezza e tranquillità per contattarti.
    Oggi mi sono affacciata sul blog e cosa vedo?
    Una disfatta???
    Non puoi, non devi lasciarti soppraffare.
    I tuoi sogni, la tua sensibilità, le tue capacità tecniche il tuo grande spirito, non li può abbattere nessuno.
    Qualche sogno va in frantumi. Ok. Capita di continuo, a chiunque e spesso. Purtroppo a volte si tratta del sogno più coltivato, più accarezzato, ma ciò non deve gettarti irrimediabilmente a terra.
    Potresti avere perso una o più battaglie: bene. Ma è a te stessa che devi l'orgoglio di avere fatto tanto, di avere potuto sognare e anche se se solo in parte, realizzare. Hai fatto grandi cose. Hai illuminato molte persone, hai iniziato molti al culto della ghiaccia. Le cose che hai fatto sono tutte meravigliose, nutrite da grande spiritualità dal tuo cuore, il tuo cuore di donna, mamma, amica.
    Non ti arrendere ora, come vedi in molti ti sostengono, ti stimano, ti apprezzano, ti ammirano e ti amano.
    Non sei sola. Ed anche io ti ringrazio, come molte in questa occasione, in modo profondo, per tutto quanto sei stata capace e donare a chi ti segue. Sei unica.
    Ti abbraccio.

    Daniela

    RispondiElimina
  28. carissima, sono profondamente dispiaciuta .non ti rammaricare l'importante è sempre inseguire i sogni arriverà un'altra fantastica opportunità, che ti renderà ancora più mereito per il tuo splendido lavoro.sii orgogliosa di te stessa sei la numero unooooooooo!

    RispondiElimina
  29. Non so cosa sia successo... ma immagino che c'entrino i classici problemi burocratici (o di concorrenza sleale) che riescono a sfiancare le persone pulite come te, che vogliono mettere in piedi una bella e nuova iniziativa come l'accademia.
    Le esperienze, anche se negative, ci fortificano.
    Non mollare Donatella e cerca la forza per un nuovo progetto!!! :)

    RispondiElimina
  30. vale_71 Perché? Quando mi capita tra le mani una rivista di cake design mi chiedo sempre come mai tu non ci sia. Come mai tu che potresti insegnare a tutti non vieni intervistata. Perché? Cosa succede? In Italia bisogna nascondere il talento quello con la T maiuscola?Scusa Donatella ma non é giusto e non é giusto per noi, non é giusto per tutti quegli scemi che ti seguono da anni e che stanno dietro quella scatola illuminata a scriverti come dei disperati. Noi non vogliamo un'altra insegnante che non sia tu. Perché questa scuola non può essere aperta con non professionisti come noi? Dove tu sei l'unica vera insegnante?Non basterebbe organizzarci in un progetto che coinvolgesse persone che arrivano dal basso ma che hanno tanta volontá, passione, pazienza e soldi da versare tutti insieme per portare avanti un progetto comune che sei tu?Hai ragione ti dovresti fidare nuovamente?E che cosa bisognerebbe fare? Bisognerebbe far vincere chi ti vuole levare dal palco? Perché non ne discutiamo? Sono sicura che in questo blog tu hai delle persone che ti sostengono e non solo con parole. Per favore contattami all'indirizzo valeria.mitaritonna@gmail.com ma non sparire....
    Valeria


    RispondiElimina
  31. Sono di nuovo io.Volevo aggiungere una cosa. Qui siamo noi che decidiamo chi é bravo o no in questo settore. Sono gli utenti che ti seguono che fanno la differenza e non i vari papponi del cake design. Anche se ti potrà far sorridere quello che ti scrivo ma hai un bel pò di persone con diverse professionalità che possono supportarti. Certo non é vendere gelati sulla spiaggia ma ricorda che tante gocce fanno una cascata..

    RispondiElimina
  32. Donatella ultimamente sono stata presa da vari problemi ed ho avuto modo solo ora di leggere questo tuo post!! Ennesima riprova che sempre più spesso chi non merita va avanti!! Possibile che ci siano in giro sedicenti cake designer che organizzano corsi su corsi soffiando partecipanti ai concorrenti in maniera scorretta e chi invece avrebbe veramente molto da insegnare non riesca a guadagnarsi il giusto spazio? Non conosco le ragioni che ti hanno portata a rinunciare, ma ti invito a continuare a batterti per ciò che ami fare con tanta passione. L'eleganza, la raffinatezza e la delicatezza dei tuoi lavori sono un tuo dono che pochi hanno e la sola tecnica non basta per fare un artista, in ogni campo!! Non arrenderti, maestra!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. Vale_71 E' la terza volta che la connessione cade sembra che non debba scrivere questa email e io sono qui da almeno 30 minuti con il mio iphone a porta romana. Donatella volevo dirti di non scrivere Game over quando di mezzo non c'é solo il cuore di zucchero che hai dedicato ad Eddie ma decine centinaia di cuori che ti seguono. Conferma piú dura di questa che in italia talento e impegno non valgono per noi nom c'é.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non distruggere anche i sogni e la speranza quella lasciacela che un giorno anche io potrò seguire da vicino la tue mani. Io sono per te una perfetta estranea ma devi sapere che la mia frenetica vita da molti anni aveva spento i miei sogni. Una sera mi inbatto in questo sito e finalmente la tua farfalla di zucchero squarcia il buio e silenzio del mio sonno posandosi delicatamente su una guancia quasi a raccogliere una lacrima finalmente uscita dai miei occhi e mettendomi in contatto con la parte piú bella, profonda e nascosta di me La mattina ho quasi pianto. Per te sarà insignificante non so ma per me non lo é stato affatto. VORREI GRIDARE PER FAR ARRIVARE A QUELLE ORECCHIE TUTTE PRESE AD ASCOLTARE ALTRO CHE CI SIAMO ANCHE NOI E A CUI LEGGETE QUEL GAME OVER FA MALE

      Elimina
  34. Non mi piace questo mondo dove va avanti solo chi sgomita a scapito dei colleghi e solo chi sa vendere la sua pseudo professionalità.....è colpa della fretta di arrivare al top per fare soldi. La ghiaccia è l'arte della calma e del silenzio, del tempo passato a esercitarsi e a perfezionarsi, è un'arte antica che sopravviverà al pressappochismo del "cake design" inteso come strumento. Ho imparato a conoscerti attraverso i tuoi racconti sui corsi fatti con Eddie...ne sono rimasta incantata. Sei una persona solida nei principi e ti ammiro.
    Non posso pensare che il gioco sia finito, piuttosto l'hai messo in pausa e potrai riprenderlo in qualunque momento.

    RispondiElimina
  35. Bellissimo post a cui mi accodo . 'La ghiaccia è l'arte della calma e del silenzio, del tempo passato ad esercitarsi e a perfezionarsi, un'arte antica' . Splendida frase

    RispondiElimina
  36. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  37. Non ho cliccato sul messaggio di questo anonimo che rimanda a un sito porno......Come fa a capitare qui?



    RispondiElimina
  38. Non può finire qui la strada di chi sa far emozionare con dello zucchero di decorazione...Forza Donatella!!!

    RispondiElimina
  39. E' verissimo Ivana.Questo lavoro può far emozionare.

    RispondiElimina