martedì 9 aprile 2013

8 aprile 2013




Fa freddo oggi.
Sul vetro della macchina si posano gocce di pioggia gelata.
Guido piano. Questa pioggia che sembra quasi neve si unisce alle mie lacrime.

Sto tornando da te. A salutarti per l'ultima volta.
Una telefonata ha spezzato la mia giornata in due. Era un giorno quasi normale, scandito dalla routine che mi avrebbe portata da te, come ogni giorno ormai da qualche settimana.
Ora è un giorno diverso.
Le luci di questa camera sono tutte accese quasi ad illuminare una vita, la tua, che non c'è più.

E mi ritrovo a cercare in me tracce di te...

Ciao papà...

33 commenti:

  1. Stringo te al mio cuore e innalzo una preghiera per chi , adesso, continuerà a starti accanto da un luogo... un pò più lontano agli occhi ma sicuramente più vicino all'anima.Ti bacio

    RispondiElimina
  2. ti abbraccio forte forte...ti capisco ..il dolore più grande della mia vita è stato quando ho perso il mio papà..ma ricordati che è e che sarà sempre accanto a te...un bacio grande..

    RispondiElimina
  3. un fortissimo abbraccio per una perdita cosi dolorosa... ti abbraccio
    Valeria

    RispondiElimina
  4. Donatella, è una situazione che ho vissuto qualche anno fa con la perdita di mio papà. Il tempo si fermò, tutto andava avanti ma per si era fermato, mi sentivo estranea alla realtà. Fatti tanto coraggio. I ricordi saranno sempre vivi. Ti abbraccio forte anche se non ci conosciamo personalmente,ti seguo sempre sul blog.
    Avevo chiesto la tua amicizia ma per problemi informatici con Facebook non riesco più ad entrare.
    Marie sugar art

    RispondiElimina
  5. Quando un genitore ci lascia è sempre troppo presto e il vuoto che ci circonda sembra senza fine....ma nel nostro cuore il ricordo di lui ci riscalderà e ci consolerà...domani.

    RispondiElimina
  6. Donatella, ti stringo forte. Chiara

    RispondiElimina
  7. :'( un abrazo!!! Dios lo tiene ya en su Gloria! :)

    RispondiElimina
  8. "La morte non è niente" di Henry Scott Holland

    La morte non è niente.
    Sono solamente passato dall'altra parte:
    è come fossi nascosto nella stanza accanto.
    Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
    Quello che eravamo prima l'uno per l'altro lo siamo ancora.
    Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare;
    parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
    Non cambiare tono di voce, non assumere un'aria solenne o triste.
    Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,
    di quelle piccole cose che tanto ci piacevano
    quando eravamo insieme.
    Prega, sorridi, pensami!
    Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima:
    pronuncialo senza la minima traccia d'ombra o di tristezza.
    La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:
    è la stessa di prima, c'è una continuità che non si spezza.
    Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
    Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo.
    Rassicurati, va tutto bene.
    Ritroverai il mio cuore,
    ne ritroverai la tenerezza purificata.
    Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami:
    il tuo sorriso è la mia pace.

    ♥♥♥

    RispondiElimina
  9. Lo siento muchisimo. Espero que las muestras de cariño te reconforten en estos momentos. Un beso.

    RispondiElimina

  10. Lo siento mucho Donatella. Espero que las muestras de cariño te reconforten en estos momentos. Un beso.

    RispondiElimina
  11. Non ci sono parole adesso che possano darti sollievo purtroppo......un caro abbraccio

    Carmelo

    RispondiElimina
  12. Un abbraccio forte, e grande. Ti sono vicina col cuore, e col pensiero.

    Noemi

    RispondiElimina
  13. Il tempo ti permetterà di ritrovare tutti i ricordi più belli e sarà come averlo nuovamente accanto a te.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Ho perso il mio papà ormai quasi un anno fà all'improvviso e comprendo perfettamente il tuo dolore... Si impara semplicemente a conviverci, l'assenza 'fisica' è lacerante, ma loro ci accompagnano in ogni giorno della nostra vita, ne sono certa. Non ti conosco di persona, ma seguo la tua grande arte e ti apprezzo tantissimo: cerca nella tua creatività la forza che ti aiuti a risollevarti, saprà essere una buona medicina. Oggi le mie preghiere andranno anche al tuo papà. Un abbraccio sincero.

    RispondiElimina
  15. Non ti scrivo mai, ma ti seguo sempre a debita distanza e queste tue lacrime mi addolorano molto, non ho parole di consolazione posso solo dirti che il tempo trasformerà il forte dispiacere del distacco nella dolcissima costante presenza di tuo Padre vicino a te, per sempre!
    Jacaranda

    RispondiElimina
  16. Anche se sono lontano ti sono vicino ,essi forte Donatella ,un abbraccio e un bacio ,Aurora

    RispondiElimina
  17. Un abbraccio fortissimo cara, un "amore" cosí sempre sará vicino da te

    RispondiElimina
  18. Solo un forte abbraccio....
    Tania

    RispondiElimina
  19. Hai tutto il mio sostegno morale...lìaffetto che ti lega al tuo papà è starordinario come la tua rte.
    Un abbraccio.
    Ilaria

    RispondiElimina
  20. ti abbraccio forte vivi per lui le cose che gli piacevano.
    renata

    RispondiElimina
  21. Quanto mi dispiace! So cosa stai provando, perchè purtroppo l'ho già provato.
    Tieni stretto nel tuo cuore il tuo papà, chiudilo stretto stretto. Lui sarà con te per sempre, perchè tu sei parte di lui e lui è parte di te.
    Non sono brava a dire altro in queste occasioni. Perdonami.
    Ti abbraccio forte forte.
    Iaia.

    RispondiElimina
  22. Sei così dolce...nulla dovrebbe turbare il tuo nobile animo... lui è andato via portandoti nel cuore, fai lo stesso anche tu e lascialo libero... Un abbraccio!

    RispondiElimina
  23. un caloroso e affettuoso abbraccio.

    RispondiElimina
  24. E' un pezzo di noi che muore quando perdiamo un genitore, tuttavia rimane sempre dentro di noi e non ci abbandona mai. Solo il tempo riesce a trasformare questo dolore immenso in un dolce ricordo.
    Ti abbraccio con tanto affetto

    RispondiElimina
  25. Lasciare un genitore è sempre estremamente duro e doloroso. Non finiremo mai di essere anche figlie e cercare la mano di papá che ci sorregge anche quando la vita inverte questo ruolo. Quando poi non ci sono più ti colpevolizzi e pensi a tutto quello che avresti ancora potuto fare .Tentiamo disperatamente di non lasciar andare il bozzolo senza capire che dentro c'era un angelo volato via che tornerá tutte le volte che lo chiederemo. Un bacio grande valeria

    RispondiElimina
  26. Mi spiace per tuo padre e mi rattrista averti conosciuta proprio all'indomani di questa spiacevole notizia.
    Per quel che può servire un abbraccio di uno sconosciuto te lo invio

    RispondiElimina
  27. Ciao Donatella
    ti abbraccio forte e ti sono vicina

    RispondiElimina
  28. Così come oggi le goccioline della pioggia si sono confuse con le tue lacrime, anche la leggera brezza del mattino, domani e sempre, si confonderà con la carezza dolce di una mano d'angelo che si poserà sulla tua guancia, ricordandoti della sua presenza sempre viva accanto a te e facendoti sorridere.
    Un abbraccio immenso.
    Viviana K. E.

    RispondiElimina
  29. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante originale e ricco di consigli utili in cucina. Creare in cucina è un dono che dobbiamo sempre sfruttare al massimo e dalle tue ricette leggo che sei molto molto brava.Da oggi sono una tua follower. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per diventare mia lettrice fissa e regalarmi qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina