martedì 12 febbraio 2013

La mia estate senza fine...


Nelle profondità dell'inverno, ho infine scoperto che dentro di me vive un'estate senza fine. (A.Camus)



Può una frase di un grande scrittore essere l'ispirazione per una torta?
Per me evidentemente sì...
Ricordo che la trovai, non molto tempo fa, girando nel web. Appena letta la sentii subito mia, esattamente nella traduzione che ho citata (le traduzioni sono discordanti: alcuni traducono letteralmente "invincibile estate", altri come ho riportato sopra) ma per me, questa "estate senza fine", è qualcosa che avverto nel profondo del cuore. E non so nemmeno perché...
Ovviamente ho dato anche una mia interpretazione a questa stessa frase... è diventata più una primavera, ma ho sempre pensato esattamente a questo: volevo realizzare qualcosa che riproducesse materialmente la mia consapevolezza di ora... quasi una felicità intima... profonda.
Avvertirla in pieno inverno poi, realizzare questa torta anche mentre la neve cadeva copiosa sugli alberi  e sulle strade davanti alla mia finestra, mi ha fatto avvertire la sensazione di un cerchio che si chiude, un cerchio infinito, quell'infinito che si ripete come una costante in tutta la torta.
 
Fin da subito l'idea era proprio quella di riprodurlo. E sono partita proprio da un cerchio, la torta rotonda (ma quando mai le mie sono di forma diversa? :D ) ma non era ancora sufficiente.
 
Proprio recentemente mi è capitato di conoscere una persona, io lo chiamo il mio amico americano, Tony: nella foto del suo profilo su fb, sta realizzando un collar a run out. Appena visto quel disegno ho capito che si adattava perfettamente all'idea che volevo mettere in pratica.
Con una buona dose di coraggio quindi, ho chiesto se poteva inviarmi quel disegno e Tony subito ha acconsentito.
Questo disegno, nella mia mente, rappresentava il simbolo matematico dell'infinito (∞) ripetuto in un cerchio... quindi perfetto.
Di fatto, il disegno speditomi da Tony non è altro che la riproduzione di un collar di Nirvana, un grande Royal Icer del passato, di cui ho parlato quando raccontai la storia della ghiaccia reale in un post di qualche tempo fa...
 
Piano piano l'idea nasceva, si sviluppava... e quindi la torta prendeva forma. Subito ho realizzato le decorazioni a run-out, fatte tutte separatamente. Parlando di primavera/estate tutto doveva essere ricoperto di fiori, quindi le decorazioni floreali a pressure piping. Ho poi attaccato il grande anello alla base della torta e l'ho decorato, quindi ho attaccato la torta. 
Il topper, la decorazione all'interno del cerchio sospeso, è quella che da qualche tempo considero la mia "firma" sulle torte: il cuore, il mio, a run-out con all'interno la margherita a pressure piping (che per me rappresenta Eddie Spence), circondato e sostenuto da piccole ghirlandine di fiori e foglie che riproducono ancora una volta il simbolo matematico dell'infinito.
Subito dopo ho realizzato tante roselline e fiorellini. Le roselline le volevo piccolissime: non ho usato il classico beccuccio per i fiori, ma un beccuccio per realizzare in nastri in ghiaccia che avevo già provato qualche tempo fa quando scrissi il post sulle rose.
Ne sono risultate rose piccolissime. Calibrando poi la pressione sul conetto, si riesce a renderle davvero minuscole.
Una volta asciutte le ho colorate con i coloranti in polvere, cercando di mantenermi su tonalità delicate.
 
Dopo aver montato sul top della torta l'anello, le margherite di sostegno, ho attaccato il cerchio con la decorazione centrale. Quindi i pizzi che riflettono il disegno delle margherite.
Ho attaccato le roselline, i fiorellini preparati in precedenza, e le foglie.
Sperando, ovviamente, di aver ben valutato il peso di tutte le decorazioni... perché non ero così sicura che le sole margherite di sostegno avrebbero retto...
 
E' stata poi la volta della decorazione ad extension work. Anche questa volta sono senza il ponte di sostegno, e ho voluto usare il mio amato beccuccio n.00 che non avevo utilizzato a Natale.
 
Il disegno dell'infinito è riprodotto anche sulle pareti della torta. Gli extension seguono il disegno della curva inferiore.
Poi, beh... ho voluto rischiare, quindi ho attaccato le roselline anche sugli extension sospesi...
Le scariche di adrenalina di sono ripetute, esattamente come quando feci il gazebo... e avrei dovuto fermarmi lì.
Purtroppo non ero soddisfatta del risultato: avevo la netta sensazione che "mancasse qualcosa": volevo realizzare delle farfalle, anche queste rappresentato l'estate, per me.
 
E così è stato. Piccole farfalle a brush embroidey, in modo che fossero leggerissime, spolverate di colorante perlato e rosa brillante.
E ho voluto rischiare ulteriormente: ne ho attaccate alcune direttamente sui fili di ghiaccia. Ho rischiato l'infarto quando, appoggiando una farfallina, ho visto quei sottilissimi fili flettere pericolosamente... però, alla fine, hanno retto.
 
Ho gioito di ogni momento, realizzando questa torta. Come sempre al termine di un lavoro, non sono affatto certa che mi piaccia e non sono certa che mi piacerà in futuro. So però che dopo aver attaccato le farfalle, ho capito che era finita. Non doveva accogliere nulla di più ma nemmeno nulla di meno.
Come sempre lascio a voi giudicare il risultato.
 
Ho dedicato questa torta a mia figlia Serena, che l'ha voluta fortemente non appena mi ha visto cominciarla e spiegarle quello che avevo in mente.
Quindi questa è per te, Serena, amore mio...
























Alla fine ho anche realizzato un video con le immagine scattate, è una canzone che piace tanto a Serena ma anche a me. L'ho ascoltata spesso mentre realizzavo questa torta...

Eccolo:

http://youtu.be/GFRe3dboGr4

A presto,

Donatella

22 commenti:

  1. sia le immagini che il video questa torta e una vera protagonista ..e davvero molto raffinata e delicata...
    complimenti sei una vera artista.-
    lia

    RispondiElimina
  2. si ci può emozionare guardando una torta???si assolutamente sei veramente un'artista e dalle tue creazioni viene fuori tutta la passione e l'amore che metti nel realizzarle!!!grazie un abbraccio...

    RispondiElimina
  3. mamma mia...ho i brividi! E' uno spettacolo questa torta! Hai tutta la mia ammirazione, a me pare impossibile poter realizzare una perfezione simile!
    Sono certa che tua figlia e' orgogliosa di te!
    Braverrima!!!! :-)

    RispondiElimina
  4. Oltre ad essere un'artista della ghiacia sei una poeta, riesci con la tua scrittura a far rivivere le tue emozioni!!!complimenti

    RispondiElimina
  5. Ciao Donatella, sono Anna Maria.
    Il termine giusto è prorio "impressionante" per questa torta. E quando dico che quello che tu fai non è di questo pianeta è vero. Non è che sei una fuoriclasse ..sei UNICA.punto. Snoccioli le sequenze del tuo lavoro come un chirurgo che sta operando e leggendole sale l'adrenalina a me. Figuriamoci a te che avevi il lavoro in mano.... Complimenti..siamo tutte a bocca aperta.

    RispondiElimina
  6. Non c'è dubbio.....sei un'ARTISTA.

    RispondiElimina
  7. Io guardo sempre queste meraviglie con gli occhi spalancati chiedendomi come sia possibile creare delle decorazioni cosi perfette, mi sembra sempre un mondo incantato :)

    RispondiElimina
  8. Sara pure una torta ma io vedo solo..... POESIA...

    RispondiElimina
  9. No, per me non sei nè un'artista, nè un angelo, nè una regina... sei semplicemente la mia meravigliosa Dona. Questo lavoro è come te, ma tu non sei solo questo... <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti non sono né un'artista, né un angelo, né tantomeno una regina, mrn... sono solo io, con tutti i miei numerosi limiti... Ma è vero: in questa torta c'è moltissimo di me, ora... <3 Moltissimo... ma non tutto... <3

      Elimina
  10. Bellissima complimenti davvero!!!

    RispondiElimina
  11. mi lasci sempre senza parole!!! complimenti davvero, una raffinatezza unica

    RispondiElimina
  12. Donatella mi chiamo Patrizia e ho il tuo blog tra i preferiti, ti seguo quindi assiduamente e in silenzio ma già con il gazebo volevo esprimerti quanto sia bello aprire la ttua pagina e ogni volta provare stupore, questa ultima torta poi... non ci sono parole, posso solo unirmi al coro di complimenti e ringraziarti perchè condividi questa tua arte impareggiabile.

    RispondiElimina
  13. è bellissima nel guardarla si rimane senza respiro

    RispondiElimina
  14. Ciao, mi chiamo Ilaria,sono capitata per caso su questo sito e sono rimasta subito colpita e affascinata dai tuoi lavori! Non ho parole sei davvero bravissima complimenti! Da,oggi in poi ti seguirò sempre anche perché la ghiaccia mi affascina davvero molto!

    RispondiElimina
  15. La tua perfezione e cura nel dettagli è disarmante Donatella, sei una maestra ma direi una grande artista e fonte di ispirazione!Le tue creazioni mi allietano sempre la giornata!Grazie!
    Valentina

    RispondiElimina
  16. Donatella,

    wundervolle Torte und ganz tolle Bilder. Ich bin dein Fan!

    RispondiElimina
  17. incredibile...
    guardo e riguardo queste foto e rimango esterrefatta ogni volta.
    Super super complimenti!!!!!
    Manuela C.

    RispondiElimina
  18. j'ai les larmes aux yeux devant tant de beauté et de raffinement!! on ne peut pas faire plus beau cadeau à sa fille!!
    Merci pour ce superbe partage et toute cette émotion!!

    RispondiElimina
  19. una parola sola..MERAVIGLIOSA...senza parole...complimenti...per me sarebbe un sogno realizzare un'opera come la tua...bellissima davvero..

    RispondiElimina